-7€ su tutto

Catalizzatori

(risultati 1146 trovati)

Il catalizzatore, oppure il convertitore catalitico, chiamato in breve Kat, è una parte essenziale del sistema di scarico del veicolo e viene utilizzato per il post-trattamento dei gas di scarico nelle auto con motore a combustione. La parte dell'auto, costituita da un alloggiamento in acciaio inossidabile, converte i componenti nocivi dei gas di scarico in gas innocui. Un convertitore catalitico difettoso influisce sulla funzionalità  dell'auto. Allo stesso tempo, ha un effetto dannoso sull'ambiente. Se stai cercando un pezzo di ricambio di alta qualità , su Motointegrator troverai modelli economici caratterizzati da un'alta qualità .

Seleziona un'auto per visualizzare le parti corrispondenti dalla categoria Catalizzatori

Tutti i produttori

  • FSO
  • GAZ
  • GEO
  • GMC
  • Great Wall
  • Honda
  • Hummer
  • Hyundai
  • Infiniti
  • Innocenti
  • Isuzu
  • Iveco
  • Jaguar
  • Jeep
  • KIA

Struttura e funzione del catalizzatore (KAT) nell'auto

Il convertitore catalitico svolge il compito di convertire i componenti dei gas di scarico dei motori a benzina e diesel attraverso una reazione chimica. Producono gas che non danneggiano l'ambiente. Il componente è costituito da un alloggiamento in acciaio inossidabile. Questo è un supporto metallico o ceramico. È un metalito o un monolite. In direzione longitudinale, diversi piccoli canali attraversano queste parti, aumentando la superficie del catalizzatore.

Sulla superficie del supporto è presente uno strato poroso chiamato wash-coat, il rivestimento di lavaggio. Esso contiene metalli preziosi come palladio, platino e rodio. Questi metalli portano denaro per le aziende di riciclaggio, per esempio. Pertanto, accade che il catalizzatore sia vittima di furto. Se poi hai bisogno di un nuovo pezzo di ricambio, dai un'occhiata alla vasta gamma di prodotti di Motointegrator.

Tre tipi di convertitori catalitici

.

I catalizzatori si suddividono in tre categorie:

  • EOBD
  • Catalizzatore di ossidazione
  • Catalizzatore a tre vie

I primi sono catalizzatori sostitutivi per i veicoli Euro 3 ed Euro 4 con diagnostica di bordo europea. Sono utilizzati principalmente nei veicoli più recenti. L'EOBD monitora tutti i componenti e i sensori relativi allo scarico durante la guida e registra i malfunzionamenti. Una spia luminosa ti avvisa di tali problemi.

Le marmitte catalitiche a ossidazione sono caratterizzate dal fatto di lavorare con un elevato eccesso di aria. Pertanto, sono accompagnati da un elevato contenuto di ossigeno nei gas di scarico. Nei motori diesel, ossidano due sostanze. Il monossido di carbonio si trasforma in anidride carbonica. Gli idrocarburi si trasformano in anidride carbonica e vapore acqueo.

La terza alternativa è la marmitta catalitica a tre vie. Questo funziona nei motori a benzina. Non appena viene raggiunta la temperatura di esercizio, essa converte gli idrocarburi incombusti in anidride carbonica e vapore acqueo. Allo stesso modo del motore diesel, il monossido di carbonio viene convertito in anidride carbonica. Gli ossidi di azoto si trasformano in azoto e ossigeno. I tre processi avvengono simultaneamente nella marmitta catalitica.

Come si riconosce un convertitore catalitico difettoso?

Se c'è un difetto nel convertitore catalitico, ne conseguono numerosi segnali. Ad esempio, noterai un peggioramento delle prestazioni del motore. Il cuore del veicolo non riesce ad accettare correttamente il gas riducendo gradualmente la velocità  massima della tua auto. Inoltre, i valori dei gas di scarico aumentano. Questo si nota solo quando si verificano accensioni o spegnimenti errati. Spesso la pulizia del convertitore catalitico non è più sufficiente. Senza una riparazione, il convertitore catalitico si distrugge completamente. In questo caso, ad esempio, si accenderà  la spia del motore di controllo del tuo veicolo.

Hai bisogno di un nuovo convertitore catalitico adatto alla tua auto. Su Motointegrator puoi trovare un'ampia gamma di ricambi di alta qualità . Li spediamo entro un massimo di quattro giorni. In questo modo potrai sostituire rapidamente il convertitore catalitico della tua auto. Puoi farlo da solo con i convertitori catalitici avvitati. Se il pezzo dell'auto è saldato, devi rivolgerti a un'officina.

Passo dopo passo per cambiare il convertitore catalitico della tua auto

Prima di iniziare a cambiare il convertitore catalitico, porta l'auto su una piattaforma di sollevamento. Dopo averla sollevata, osserva il sistema di scarico e la posizione del convertitore catalitico. Prendi nota della direzione di installazione. Allo stesso tempo, cerca i cavi dei sensori che portano a questa parte del sistema di scarico e fai uno schizzo. Poi togli il nuovo convertitore catalitico dalla confezione.

àˆ preferibile un modello con gli accessori necessari. Questi includono gli anelli di tenuta. Lubrificali con vaselina o grasso per mungitura. Puoi anche utilizzare una goccia di olio per motori. Quindi inseriscili nelle apposite fessure. Quando sostituisci il convertitore catalitico, procedi come segue:

  1. Smonta tutti i tappi dell'auto che portano al convertitore catalitico, come la sonda lambda.
  2. .
  3. Togli le viti con cui il convertitore catalitico è fissato al sistema di scarico o alla carrozzeria. Durante questa operazione, tieni il convertitore catalitico per evitare forze di taglio.
  4. Smonta il convertitore catalitico.
  5. Rimuovi lo sporco da tutte le superfici di contatto e dai supporti dei tubi con uno straccio.
  6. .
  7. Nei fori dei bulloni, puoi rimuovere i detriti con una spazzola metallica.
  8. .
  9. Ruota il nuovo convertitore catalitico in modo che la freccia della direzione di installazione sia rivolta verso lo scarico.
  10. .
  11. Installa il componente con gli anelli di tenuta montati sulle connessioni dei tubi. Poi stringi brevemente tutte le viti. Stringile una alla volta.
  12. Fissa le sonde del sensore e la sonda lambda nelle connessioni previste.
  13. .

Dopo aver sostituito il convertitore catalitico, puoi avviare l'auto. Presta attenzione ai rumori di avviamento del motore e osserva la strumentazione. Se non noti alcuna anomalia, la sostituzione è stata un successo.

Motointegrator offre convertitori catalitici a un prezzo interessante

.

Se hai bisogno di un nuovo convertitore catalitico per la tua auto, su Motointegrator troverai molti modelli. Offriamo più di cinque milioni di ricambi e accessori per diverse marche di veicoli. Questi pezzi provengono da produttori famosi. Ad esempio, puoi scegliere tra i convertitori catalitici di alta qualità  di BOSAL o BM Catalysts. Se hai bisogno di un prodotto specifico, specifica la tua ricerca per marca e modello di veicolo. Puoi anche inserire il numero del pezzo nella nostra semplice maschera di ricerca.

I migliori prodotti della categoria Catalizzatori

Criteri di collocamento

Il catalizzatore oggi

La protezione dell'ambiente è di grande importanza in questi giorni. Negli ultimi decenni del 20° secolo, questa consapevolezza si è sviluppata anche nell'industria automobilistica. Il convertitore catalitico è un componente che supporta in modo significativo la pulizia dei gas di scarico. Il catalizzatore ha trovato la sua strada nelle prime produzioni significative su larga scala negli anni '80. Da allora, il gatto si è sviluppato notevolmente.

Nei primi veicoli sono stati installati convertitori catalitici non regolati, seguiti da convertitori catalitici controllati. Il controllo non fa però riferimento al catalizzatore stesso, ma al controllo motore coordinato basato sulla gestione del motore, reso possibile da un'elettronica avanzata (centraline). Come suggerisce il nome, il catalizzatore stesso è coinvolto solo indirettamente nella pulizia dei gas di scarico. Senza entrare nella struttura: ci sono alcune sostanze (metalli nobili) nel catalizzatore. Quando i gas di scarico (ossidi di azoto NOx) entrano in contatto con queste sostanze in una determinata composizione in un ambiente caldo e povero di ossigeno, si verifica un processo chimico: i gas di scarico vengono convertiti in acqua e CO2.

Quali catalizzatori ci sono?

Ci sono molti modi diversi per differenziare. Innanzitutto si può fare una distinzione nella costruzione tecnica. I catalizzatori devono fornire un'ampia superficie per i gas di scarico. Da qui la struttura a nido d'ape. Come materiale di supporto viene utilizzato un foglio di ceramica o di metallo. I metalli preziosi possono essere recuperati meglio con supporti in ceramica. Ma sono molto più sensibili al calore. I catalizzatori metallici offrono una superficie maggiore perché lo spessore della parete è ancora più sottile. È anche notevolmente meno sensibile al calore e meglio protetto da urti e vibrazioni.

Inoltre va fatta una distinzione tra marmitte catalitiche per motori a benzina e per motori diesel. C'è molto più ossigeno nello scarico del diesel, quindi è necessaria una catalisi diversa. La terza distinzione è più focalizzata sul progresso. Finora, i convertitori catalitici convenzionali funzionavano con una sonda lambda. I moderni convertitori catalitici, d'altra parte, hanno anche un sensore dei gas di scarico dopo il catalizzatore. La pulizia dei gas di scarico che escono dal convertitore catalitico ha una grande influenza sulla gestione del motore.

Si può pulire un catalizzatore?

La risposta è breve e dolce: no. Nel caso del diesel, il catalizzatore viene almeno ripetutamente confuso con il filtro antiparticolato, che può essere sicuramente pulito mediante lavaggio. Ma i profani spesso confondono la pulizia del filtro antiparticolato con il convertitore catalitico. E poi ovviamente i proprietari di un'auto con motore a benzina chiedono anche se è possibile pulire il catalizzatore. Tuttavia, hanno una capacità molto limitata di rendere di nuovo il gatto un po' più potente.

Un convertitore catalitico a tre vie si avvelena o si surriscalda nel tempo. Al surriscaldamento (temperature superiori a 900 gradi Celsius), inizia il processo di sinterizzazione e la superficie del catalizzatore diminuisce (invecchiamento termico). In caso contrario, si verificherà un avvelenamento chimico o meccanico. L'avvelenamento chimico è un processo chimico indesiderato e incontrollato. Ciò può essere causato da additivi, cattivo carburante, cattiva combustione, ecc. Lo strato catalitico viene quindi notevolmente distrutto.

L'avvelenamento meccanico è ciò che può (presumibilmente) essere leggermente migliorato. Piombo e zolfo da residui di olio e carburante si depositano sulla superficie catalitica (senza processo chimico). Riscaldando il catalizzatore può essere possibile bruciare almeno parzialmente questo strato. Per fare ciò, il catalizzatore dovrebbe essere riscaldato a una velocità di 4.000 giri o più per 10-15 minuti. Tuttavia, esiste anche il rischio di surriscaldamento del catalizzatore se è possibile richiamare una potenza sufficiente a causa della funzione limitata. Questo percorso è sconsigliato e difficilmente migliora.

Un gatto può rompersi se viene trascinato?

Anche qui si tratta di una simile affermazione ipotetica che ricorda l'eventuale burnout del gatto. Avviare l'auto con il catalizzatore trainando non è una buona idea, poiché la benzina può entrare nel catalizzatore e accendersi in seguito. Tuttavia, ciò influenzerebbe anche l'avviamento del motore in altre situazioni. In effetti, un comportamento di avviamento scadente può portare all'ingresso di carburante incombusto nel convertitore catalitico. Questo può anche prendere fuoco qui. Questo può anche danneggiare il motore. Tuttavia, questo comportamento è molto raro. Dovrebbe quindi essere possibile un breve traino, nonché tentativi multipli di avviamento del motore con la chiave di accensione. A proposito, stiamo parlando di avviamento (in modo che il motore funzioni di nuovo) e non di traino.

Quanto si scalda un gatto?

Va notato che il calore non è fondamentalmente male. Ad esempio, poiché il diesel brucia in modo relativamente "freddo", il convertitore catalitico dovrebbe essere installato il più vicino possibile al motore, poiché il calore gioca un ruolo importante nel processo chimico. D'altra parte, abbiamo già scritto che un gatto ha problemi reali a temperature superiori ai 900 gradi.

L'effetto del gatto inizia a circa 250 gradi. La temperatura media di esercizio è compresa tra 400 e 900 gradi. Qui il tasso di efficienza è di circa il 90 percento. L'invecchiamento termico inizia a oltre 900 gradi, il catalizzatore può fondere a oltre 1000 gradi e viene distrutto.

Come si riconosce un gatto difettoso?

Un catalizzatore difettoso può essere identificato in diversi modi: mancanza di alimentazione, motore non funzionante, motore sempre spento, ecc. Inoltre, c'è la situazione estrema di un catalizzatore rotto, ad esempio a causa della ceramica fusa. Quindi lo scarico viene chiuso e il basamento del motore viene gonfiato. Se la pressione diventa così alta che il motore non può più sanguinare attraverso lo sfiato del basamento, spingerà la pressione e l'olio motore fuori dall'astina di livello.