THERMO

Cavi di accensione

(risultati 1042 trovati)

L'avviamento di un veicolo è un processo complesso e impegnativo per i componenti. I componenti coinvolti sono i cavi di accensione. Essi conducono le tensioni generate alla candela di accensione in modo che la miscela di aria e carburante si accenda. Il veicolo si avvia e può essere avviato. Di tanto in tanto si verificano dei difetti e la conseguente necessità  di sostituire i cavi di accensione. Da Motointegrator troverete i ricambi giusti per ogni evenienza. Consegniamo alla velocità  della luce entro 1-3 giorni lavorativi.

Seleziona un'auto per visualizzare le parti corrispondenti dalla categoria Cavi di accensione

Tutti i produttori

A cosa servono i cavi di avviamento?

La batteria di avviamento del veicolo fornisce energia con una bassa tensione di 12 volt. Solo grazie alla funzione della bobina di accensione, che agisce come un trasformatore, la tensione aumenta. La corrente scorre attraverso i cavi di accensione fino a 40.000 volt. Questi hanno un solo compito: trasmettere energia ad alta tensione. Una volta che l'energia ha raggiunto la candela, si crea una scintilla. Ciò provoca l'accensione della miscela di gas, l'auto è avviata e pronta a partire.

Dove si trovano e come sono costruiti i cavi di accensione?

I cavi di accensione passano nel vano motore fino al motore. Tramite un distributore di accensione, sono collegati alla bobina di accensione, che a sua volta è collegata alla batteria di avviamento. Il distributore di accensione distribuisce l'energia ai cavi, che la trasmettono alla candela. È possibile riconoscere i cavi di accensione nel proprio veicolo da questa posizione e da questi collegamenti.

La progettazione dei cavi di accensione è orientata verso requisiti talvolta estremi. Le alte temperature iniziano nei cavi di accensione e aumentano nel motore. Da un lato, a causa delle condizioni estreme nel vano motore e, dall'altro, a causa della vicinanza al motore, i cavi di accensione devono essere robusti. Devono resistere a temperature di 200 °C e alle già  citate tensioni fino a 40.000 volt. L'entità  delle temperature e delle tensioni varia a seconda del veicolo e del tipo di trasmissione.

Diversi tipi di cavi di accensione per diverse esigenze

.

I cavi di accensione non sono necessari in tutti i veicoli. Ad esempio, esiste la bobina di accensione con pozzetto, in cui la bobina di accensione è montata direttamente sulla candela. Di conseguenza, non è necessario un distributore di accensione. Soprattutto i veicoli più recenti sono spesso dotati di bobine di accensione a candela, come ad esempio la HYUNDAI i20 (GB, IB) 1.2 e la KIA PICANTO (JA) 1.2.

Se invece si utilizzano cavi di accensione, la loro struttura è fondamentalmente la stessa per tutti i cavi: un cavo di accensione ha solitamente una doppia guaina. All'interno del cavo si trova, tra l'altro, il materiale del conduttore, che varia a seconda dei diversi cavi di accensione e definisce i singoli tipi.

  • Cavo in rame: cavi di accensione singoli in rame, presenti ad esempio nei marchi Audi, Mercedes-Benz, Seat e Skoda.
  • Cavo di alimentazione: filo di acciaio inossidabile per la conduzione, che consente tensioni più elevate; utilizzato su alcuni veicoli Renault.
  • Cavo in carbonio: con fibra di vetro integrata; progettato per veicoli con una resistenza efficace.

L'intero sistema, dalla bobina di accensione ai cavi di accensione fino al motore, deve essere perfettamente adattato. I cavi migliori offrono fondamentalmente la possibilità  di ottimizzare il processo di accensione, ma non sono adatti all'uso su tutti i veicoli.

Difetti dei cavi di accensione: Segni e procedura corretta

All'origine di ogni difetto ci sono cause e segni. Oltre al fatto che i cavi di accensione sono, per loro stessa natura, parti soggette a usura, una posa scorretta dei cavi e difetti in altri componenti dell'accensione possono danneggiare i cavi di accensione. Con il tempo, i difetti diventano evidenti come segue:

  • Danni visibili all'esterno dei cavi
  • L'accensione del veicolo causa problemi
  • Consumo di carburante elevato che non può essere spiegato in altro modo
  • rumori di scatto o scintille di accensione all'avviamento del motore

Se si ha il minimo sospetto che i cavi di accensione siano difettosi, è necessario rivolgersi a un'officina. Il problema principale derivante da cavi di accensione difettosi è il possibile danneggiamento di altri componenti. Anche prima che l'accensione del veicolo si guasti completamente, il convertitore catalitico può essere difettoso. Ciò si verifica, ad esempio, non appena il carburante incombusto raggiunge il convertitore catalitico. Il convertitore catalitico viene quindi danneggiato nel processo di postcombustione. La sostituzione di un convertitore catalitico è molto più costosa della sostituzione tempestiva di un cavo di accensione.

Sostituzione dei cavi di accensione: Ecco come funziona!

I cavi di accensione sono fissati al blocco motore. Se non sono visibili, davanti a loro c'è un coperchio. Dopo aver rimosso il coperchio, smontare i cavi di accensione dal motore. Estrarre i cavi dalla guida della candela e infine rimuoverli dalla bobina di accensione o dal distributore. A questo punto si possono montare i nuovi cavi, ripetendo la procedura al contrario:

  1. Collegamento del cavo alla bobina di accensione o allo spinterogeno
  2. Inserire nella cavità  della candela corrispondente
  3. Collegare il connettore alla candela di accensione sul blocco motore

A seconda del numero di cilindri presenti, questa procedura va ripetuta più volte. È buona norma smontare singolarmente ogni vecchio cavo e montare quello nuovo. Smontando e installando secondo lo schema "cavo per cavo", si riduce la probabilità  di commettere errori confondendo i cavi.

Marchi noti per i cavi di accensione e prodotti di qualità  BOSCH

Su Motointegrator troverete cavi di accensione dei marchi BOSCH, BERU BY DRIV, ENGITECH o MAGNETI MARELLI. I nostri cavi di accensione sono di alta qualità  e robusti. La spedizione rapida e le funzioni di ricerca facili da usare vi permettono di trovare facilmente il vostro pezzo di ricambio ideale.

I migliori prodotti della categoria Cavi di accensione

Criteri di collocamento

A cosa servono i cavi di avviamento?

La batteria di avviamento del veicolo fornisce energia con una bassa tensione di 12 volt. Solo grazie alla funzione della bobina di accensione, che agisce come un trasformatore, la tensione aumenta. La corrente scorre attraverso i cavi di accensione fino a 40.000 volt. Questi hanno un solo compito: trasmettere energia ad alta tensione. Una volta che l'energia ha raggiunto la candela, si crea una scintilla. Ciò provoca l'accensione della miscela di gas, l'auto è avviata e pronta a partire.

Dove si trovano e come sono costruiti i cavi di accensione?

I cavi di accensione passano nel vano motore fino al motore. Tramite un distributore di accensione, sono collegati alla bobina di accensione, che a sua volta è collegata alla batteria di avviamento. Il distributore di accensione distribuisce l'energia ai cavi, che la trasmettono alla candela. È possibile riconoscere i cavi di accensione nel proprio veicolo da questa posizione e da questi collegamenti.

La progettazione dei cavi di accensione è orientata verso requisiti talvolta estremi. Le alte temperature iniziano nei cavi di accensione e aumentano nel motore. Da un lato, a causa delle condizioni estreme nel vano motore e, dall'altro, a causa della vicinanza al motore, i cavi di accensione devono essere robusti. Devono resistere a temperature di 200 °C e alle già citate tensioni fino a 40.000 volt. L'entità delle temperature e delle tensioni varia a seconda del veicolo e del tipo di trasmissione.

Diversi tipi di cavi di accensione per diverse esigenze

.

I cavi di accensione non sono necessari in tutti i veicoli. Ad esempio, esiste la bobina di accensione con pozzetto, in cui la bobina di accensione è montata direttamente sulla candela. Di conseguenza, non è necessario un distributore di accensione. Soprattutto i veicoli più recenti sono spesso dotati di bobine di accensione a candela, come ad esempio la HYUNDAI i20 (GB, IB) 1.2 e la KIA PICANTO (JA) 1.2.

Se invece si utilizzano cavi di accensione, la loro struttura è fondamentalmente la stessa per tutti i cavi: un cavo di accensione ha solitamente una doppia guaina. All'interno del cavo si trova, tra l'altro, il materiale del conduttore, che varia a seconda dei diversi cavi di accensione e definisce i singoli tipi.

  • Cavo in rame: cavi di accensione singoli in rame, presenti ad esempio nei marchi Audi, Mercedes-Benz, Seat e Skoda.
  • Cavo di alimentazione: filo di acciaio inossidabile per la conduzione, che consente tensioni più elevate; utilizzato su alcuni veicoli Renault.
  • Cavo in carbonio: con fibra di vetro integrata; progettato per veicoli con una resistenza efficace.

L'intero sistema, dalla bobina di accensione ai cavi di accensione fino al motore, deve essere perfettamente adattato. I cavi migliori offrono fondamentalmente la possibilità di ottimizzare il processo di accensione, ma non sono adatti all'uso su tutti i veicoli.

Difetti dei cavi di accensione: Segni e procedura corretta

All'origine di ogni difetto ci sono cause e segni. Oltre al fatto che i cavi di accensione sono, per loro stessa natura, parti soggette a usura, una posa scorretta dei cavi e difetti in altri componenti dell'accensione possono danneggiare i cavi di accensione. Con il tempo, i difetti diventano evidenti come segue:

  • Danni visibili all'esterno dei cavi
  • L'accensione del veicolo causa problemi
  • Consumo di carburante elevato che non può essere spiegato in altro modo
  • rumori di scatto o scintille di accensione all'avviamento del motore

Se si ha il minimo sospetto che i cavi di accensione siano difettosi, è necessario rivolgersi a un'officina. Il problema principale derivante da cavi di accensione difettosi è il possibile danneggiamento di altri componenti. Anche prima che l'accensione del veicolo si guasti completamente, il convertitore catalitico può essere difettoso. Ciò si verifica, ad esempio, non appena il carburante incombusto raggiunge il convertitore catalitico. Il convertitore catalitico viene quindi danneggiato nel processo di postcombustione. La sostituzione di un convertitore catalitico è molto più costosa della sostituzione tempestiva di un cavo di accensione.

Sostituzione dei cavi di accensione: Ecco come funziona!

I cavi di accensione sono fissati al blocco motore. Se non sono visibili, davanti a loro c'è un coperchio. Dopo aver rimosso il coperchio, smontare i cavi di accensione dal motore. Estrarre i cavi dalla guida della candela e infine rimuoverli dalla bobina di accensione o dal distributore. A questo punto si possono montare i nuovi cavi, ripetendo la procedura al contrario:

  1. Collegamento del cavo alla bobina di accensione o allo spinterogeno
  2. Inserire nella cavità della candela corrispondente
  3. Collegare il connettore alla candela di accensione sul blocco motore

A seconda del numero di cilindri presenti, questa procedura va ripetuta più volte. È buona norma smontare singolarmente ogni vecchio cavo e montare quello nuovo. Smontando e installando secondo lo schema "cavo per cavo", si riduce la probabilità di commettere errori confondendo i cavi.

Marchi noti per i cavi di accensione e prodotti di qualità BOSCH

Su Motointegrator troverete cavi di accensione dei marchi BOSCH, BERU BY DRIV, ENGITECH o MAGNETI MARELLI. I nostri cavi di accensione sono di alta qualità e robusti. La spedizione rapida e le funzioni di ricerca facili da usare vi permettono di trovare facilmente il vostro pezzo di ricambio ideale.