Cosa c’è da sapere sull’olio lubrificante

0
15
olio motore lubrificante
© Shutterstock / Photology1971

L’olio lubrificante giusto è fondamentale per garantire una lunga durata del motore e un basso consumo di carburante. Ma cosa bisogna sapere quando si acquista questo lubrificante?

Olio lubrificante: deve soddisfare molti requisiti

I moderni motori a combustione raggiungono un’efficienza e una longevità impressionanti, che non possono essere garantite senza il giusto olio motore. Il lubrificante assicura che l’attrito sia ridotto al minimo in diverse condizioni operative e temperature. Allo stesso tempo, deve mantenere le sue proprietà per un lungo periodo di tempo, mantenere lo sporco in sospensione, sigillare e raffreddare.

Perché la viscosità è importante?

Il fattore decisivo per la scelta dell’olio giusto è la viscosità. Nel caso degli oli lubrificanti, la “Society of Automotive Engineers” (SAE) adotta la classificazione internazionale. Ciò consente di confrontare tra loro gli oli di diversi produttori. Più grande è il numero che segue la sigla SAE, più l’olio è denso o viscoso. Un olio della classe SAE 30 è quindi meno viscoso di un olio SAE 40, ma nei motori di oggi si utilizzano solitamente i cosiddetti oli multigradi. L’aggiunta di additivi conferisce loro proprietà speciali: in questo caso, il comportamento di scorrimento cambia. La designazione SAE 10W-40 è tipica di un olio multigrado: a freddo (la “W” sta per inverno), questo olio si comporta come un olio con viscosità SAE 10. A caldo, ha le proprietà di un olio con viscosità 40, cioè è relativamente viscoso. Naturalmente, anche un olio della classe 10W-40 è più viscoso a freddo che a caldo, ma questo effetto è meno pronunciato. Quando si acquista un olio, è importante che venga raggiunto il range minimo specificato dal produttore. Se viene specificato un olio con una viscosità di 15W-40, è possibile utilizzare un olio 10W-40 senza problemi. In questo caso, l’olio è meno viscoso all’avviamento a freddo, il che è auspicabile: il motore viene lubrificato più rapidamente.

Differenze tra oli lubrificanti per auto e per moto

Gli oli motore si distinguono anche in oli di base minerali, semisintetici e sintetici. In un olio sintetico, le molecole vengono scomposte chimicamente e dotate di una nuova struttura. Ciò consente di ottenere proprietà come uno spettro di viscosità molto ampio. Difficilmente si può produrre un olio 5W-50 partendo da un olio minerale puro. In questo modo si possono ottenere anche altre proprietà. Nelle moto, ad esempio, il cambio è lubrificato anche dall’olio motore. Inoltre, la maggior parte delle due ruote con cambio manuale ha una frizione in bagno d’olio. Per questo motivo, sono presenti additivi che impediscono la distruzione della struttura molecolare da parte delle ruote dentate. Un olio per auto convenzionale sarebbe sottile come l’acqua dopo poco tempo. D’altra parte, gli additivi che riducono l’usura, come la grafite, non sono auspicabili negli oli per moto, perché altrimenti la frizione potrebbe slittare.

Olio lubrificante: standard obsoleti

La durata dell’olio e altre proprietà, come la riduzione dell’attrito, sono specificate negli standard. La più nota è la standardizzazione dell’American Petroleum Institute (API) con le lettere S per i motori a benzina e C per i motori diesel. Il problema è che lo standard è relativamente vecchio; anche gli oli di bassa qualità soddisfano i requisiti. Per questo motivo, i produttori di veicoli hanno creato i propri standard. Le istruzioni per l’uso del veicolo indicano quale standard deve essere rispettato come minimo.

Un cambio olio tempestivo ha senso

Naturalmente, l’olio deve essere sempre cambiato agli intervalli indicati dal produttore. Dopo un certo chilometraggio, gli inevitabili depositi fanno sì che le proprietà lubrificanti dell’olio si deteriorino. L’aumento dell’attrito comporta una maggiore usura e un aumento del consumo di carburante. Tuttavia, i veicoli moderni riconoscono da soli quando è il momento di cambiare l’olio: una sostituzione generalizzata dopo un certo chilometraggio non è più necessaria. Ad esempio, i sensori riconoscono la quantità di acqua presente nell’olio. L’acqua è prodotta dalla condensa; l’umidità non può evaporare se il veicolo percorre spesso brevi distanze. Pertanto, se l’auto compie frequenti viaggi brevi, il display indicherà di cambiare l’olio più rapidamente. Rimandare la sostituzione di questo importante lubrificante non è una buona idea. Se volete fare un favore al vostro motore e risparmiare allo stesso tempo, dovreste acquistare voi stessi l’olio e farlo cambiare solo dall’officina. Altrimenti, la maggior parte delle officine guadagnerebbe molto su ogni litro di olio motore.